La Storia

Le Origini 

E’ stato costituito nel 1929 Canale allacciante le acque alte in destra del Velino per provvedere all’allontanamento delle acque alte provenienti dalle gronde montane a nord del comprensorio di bonifica.
E’ lungo 9.000 metri largo m. 20 e convoglia la portata max di 22 mc/sec.
 

A seguito della delibera del Consiglio Regionale del Lazio n. 1112 del 31/01/1990, il suddetto comprensorio consorziale è stato ampliato e incluso interamente nel VI° comprensorio di Bonifica regionale e comprende il comprensorio con servizi permanenti di bonifica coincidente con la pianura Reatina e quello di operatività coincidente con il bacino imbrifero del fiume Velino in provincia di Rieti.
Il comprensorio del consorzio ha una superficie totale di circa 194.000 ettari.

Al nuovo Consorzio, come sopra ridelimitato, è stata attribuita, con delibera del Consiglio di Amministrazione n. 2 del 21/06/1996, la denominazione di “Consorzio della Bonifica Reatina” 

I vigenti criteri di ripartizione delle spese a carico delle proprietà consorziate sono stati elaborati nel 1999 ed approvati con deliberazione della Giunta Regionale del Lazio n. 904 del 28/6/2001. 

Il Consorzio della Bonifica Reatina è retto dallo Statuto: quello attualmente in vigore è stato approvato con delibera della Giunta Regionale n. 1297 del 24/8/2001