COME SI CALCOLA

COMUNICAZIONI PER IL CONTRIBUENTE

CONSORZIO DELLA BONIFICA REATINA

Via Duprè Theseider n° 2               -02100- R I E T I

Tel. 0746 204396-7       Fax 0746 270487

Anno d'imposta 2017

Il Consorzio della Bonifica Reatina - Ente di Diritto pubblico ai sensi dell'art.59 del R.D. 13.2.1933 n. 215, dell'art. 862 comma 4 del C.C. e dall'art. 18 della L.R.Lazio 21.1.84 n. 4 è stato costituito con Regio Decreto n. 3471-3835 dell'8 Luglio 1929 Le funzioni di vigilanza e tutela sono esercitate dalla Giunta Regionale del Lazio e dall' Assessorato Regionale all' Ambiente.

Per lo svolgimento delle funzioni istituzionali ai Consorzi è attribuito dalla legge statale e regionale il potere di imporre contributi a carico dei proprietari ricadenti all'interno del comprensorio di bonifica che traggono beneficio dall'attività svolta dal Consorzio (articoli 54 e 59 del R.D. n. 215/1933, art. 862 c.c., art. 11 L.R. n. 4/1984 e art. 34 L.R. n.53/1998).

Tali contributi costituiscono oneri reali sui fondi dei consorziati, vengono riscossi con le stesse modalità previste per la riscossione delle imposte dirette mediante ruoli esattoriali e costituiscono prestazioni patrimoniali imposte di natura pubblicistica rientranti nella categoria generale dei tributi.

Trattandosi di tributo dovuto a un Consorzio obbligatorio, il contributo consortile rientra nella categoria degli oneri deducibili dal reddito.

L'ammontare del contributo consortile di cui alla presente cartella è calcolato dal Consorzio sulla base del Piano di Classifica approvato con deliberazione della Giunta regionale del Lazio n. 904 del 28.06.2001.

Con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n.2 del 11 Giugno 2007 il Consorzio medesimo ha approvato il perfezionamento applicativo 2006 di detto Piano sulla base del quale con deliberazione del Commissario Straordinario n° 5 del 23 Febbraio 2017, sono stati stabiliti i criteri di compilazione del ruolo per l'esercizio 2017.

Il suddetto Piano stabilisce i parametri per la quantificazione dei benefici e determina l’indice di contribuenza di ciascun immobile (art. 11 R.D. 215/1933) in rispetto anche al principio sancito dalle sentenze nr. 8957 e nr. 8960 emesse dalle Sezioni Unite civili della Suprema Corte di Cassazione nell'anno 1996.

I parametri tecnici ed economici consentono di valutare sia la diversa entità del rischio idraulico cui sono soggetti gli immobili del comprensorio, sia la diversa entità del valore di ciascun immobile che viene tutelato dall'attività di bonifica.

Il contributo che scaturisce dall'applicazione dei suddetti parametri è indicato in cartella con la dicitura: Consorzio della Bonifica Reatina.

Il ruolo da imputare al singolo immobile viene calcolato proporzionalmente alla superficie scolante del medesimo immobile e del suo indice di beneficio, conformemente a quanto disposto dal vigente piano di classifica.

Il dettaglio dei singoli indici è reperibile presso l’ufficio tecnico consortile.

Nel caso di immobili cointestati la cartella è indirizzata, di norma, al primo intestatario risultante nella banca dati catastale ma ogni comproprietario è obbligato in solido, con gli altri, al pagamento dell'intero importo della cartella.

Ai sensi della normativa vigente si rende noto che il contributo di bonifica di cui alla presente cartella si riferisce agli immobili riportati sul retro della cartella.

Il Consorzio della Bonifica reatina è, in ogni caso a disposizione per ulteriori e più analitiche delucidazioni.

A tal fine l'ufficio catasto consorziale sarà aperto al pubblico nei giorni di martedi dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e Sabato dalle ore 8,00 alle ore l3,00.

Le informazioni saranno rilasciate previa esibizione della presente cartella e nel rispetto della normativa sulla privacy.